Le illustrazioni di Beatrix Potter, fascino senza tempo

Le illustrazioni di Beatrix Potter, fascino senza tempo

SHARE

No Banner to display

L’illustratrice inglese continua ad incantare il mondo con i suoi disegni, i libri e il cinema.

Boschi e radure, coniglietti saltellanti, oche che passeggiano per i sentieri di campagna, topolini che cuciono cappotti alla Vigilia di Natale per aiutare il povero vecchio sarto di Gloucester: ecco il mondo incantato di Beatrix Potter.

L’illustratrice nasce a Londra nel 1866, appassionata naturalista fin dall’infanzia mostra interesse per la pittura ad acquerello e, soprattutto, per gli animali.
I suoi libri, adatti sia per bambini e ragazzi che per gli adulti, permettono di catapultarsi in un mondo parallelo dove gli animali divengono figure umanizzate e per questo molto vicine ai sentimenti dell’animo umano. I suoi disegni sono raffinati e particolarmente minuziosi, frutto di una laborosia ricerca e di impeto creativo, i racconti scritti con eleganza e dolcezza andrebbero letti sorseggiando tè e mangiando pasticcini, godendosi un freddo pomeriggio invernale.

L’ispirazione per le sue illustrazioni e per i racconti le venne dai numerosi piccoli animali che portava a casa o che osservava durante le vacanze in Scozia. Gli interessi artistici e letterari di Beatrix erano principalmente influenzati da storie di fate, in particolare, nella sua infanzia conobbe le favole di Esopo, i racconti dei fratelli Grimm e Hans Christian Andersen, miti e leggende della Scozia, Shakespeare e racconti di Walter Scott.
Nel 1890, per iniziare a guadagnare un po’ di denaro, lei e il fratello cominciarono a disegnare cartoline natalizie e biglietti d’auguri, i cui principali soggetti erano topi, conigli ed altri animali. Fu in quel periodo che l’impresa di Hildesheimer & Faulkner acquistò alcuni dei disegni che ritraevano un coniglietto, Benjamin Bunny, per illustrare le poesie di Frederic Weatherly. Divenne, così, la pioniera dei racconti per l’infanzia., ha scritto e illustrato 23 racconti, che ebbero successo fin da subito e furono tradotti in 25 lingue, tra cui il latino.

Ancora oggi, le sue illustrazioni continuano ad incantare chi le guarda e i suoi racconti fanno sognare i più piccini. Il testo e i disegni si fondono armonicamente e si sostengono a vicenda, in un tripudio di colori e di emozioni capaci di far ritornare bambino chi si sofferma a leggere le sue storie, ricche di avventure e insegnamenti, di solidi ideali da tramandare.

Nel 2006 il regista Chris Noonan realizzò il film “Miss Potter”, a vestire i panni dell’elegante signora inglese Potter, è l’attrice Renèe Zellwegger. La pellicola cinematografia narra la vita dell’illustratrice trentaduenne la cui fervida immaginazione la porta a inventare storie fantastiche, in cui la natura e gli animali sono sempre protagonisti. Grazie ad esse riuscirà ad affermarsi come scrittrice di favole e a diventare il più importante progetto dell’editore Norman Warne, con il quale inizierà un’intensa storia d’amore, tra successi editoriali e battaglie per la salvaguardia della natura.

Il fascino della Potter non risente del passare del tempo, anzi cresce sempre più ed è destinano a rinnovarsi, come fiamma viva, ad ogni ciclo di generazione futura e ispira gli illustratori odierni come l’italiana Clelia Canè con la sua incantevole Quieta Radura: un mondo popolato di topolini, conigli, fate ed altre piccole creature del bosco, racconti e filastrocche che allietano il tempo di grandi e piccini.

APPROFONDIMENTI: libri
<a href=”http://www.youtube.com/watch?v=mALhhmG8_sk&lt;br&gt;”>&nbsp;PRODIGIO DI NATALE, IL VIDEO</a><br

Le avventure del maialino Robinson di Beatrix Potter (Nuova edizione Berti)
La raccolta di Natale di Peter il coniglio di Beatrix Potter (edizione Sperling & Kupfer)
Gelo d’autunno a Quieta Radura di Clelia Canè (EdiGiò edizioni)
La sorpresa di Natale di Clelia Canè (Winter Home Edizione)

<a href=”http://www.ilmediano.it/apz/vs_cat.aspx?id=54″>&nbsp;CULTURALMENTE</a>

NESSUN COMMENTO

RISPONDI