Acerra, gemellaggio tra gli alunni del liceo “Alfonso Maria de’ Liguori” e...

Acerra, gemellaggio tra gli alunni del liceo “Alfonso Maria de’ Liguori” e quelli della scuola “Ies Jandula” di Andujar (Spagna)

SHARE

No Banner to display

Ha avuto inizio ieri il gemellaggio tra gli alunni del liceo “Alfonso Maria de’ Liguori” di Acerra e quelli della scuola “Ies Jandula” di Andujar (Spagna), al fine di educare le giovani generazioni a vivere una piena cittadinanza europea.

Il progetto si articolerà in due momenti differenti: sul territorio del Comune di Acerra (con la visita dei ragazzi e dei professori spagnoli) dal 2-7 aprile e in Spagna (con il trasferimento degli alunni e docenti acerrani) dal 20-26 aprile. Il progetto del Liceo di Acerra, patrocinato e cofinanziato dall’Amministrazione comunale, giunto alla terza annualità, ha il sostegno dell’Ente locale e della Rete inter-istituzionale che vede accanto a questi come attori dell’evento molte realtà associative del territorio, ed è finalizzato ad uno scambio culturale tra realtà scolastiche europee che consenta agli alunni di avere la possibilità, usando la lingua inglese come lingua veicolare, di conoscersi e di conoscere i relativi territori.

Gli obiettivi e le finalità del progetto del liceo “Alfonso Maria de’ Liguori” di Acerra sono stati  evidenziati dalle parole del Dirigente scolastico, Prof. Carmine De Rosa: «Acerra, dalla Terra dei Fuochi al territorio della cultura. Il gemellaggio tra le scuole “Alfonso Maria de’ Liguori” di Acerra e lo “IES Jandula” di Andujar (Jaen) intende promuovere l’antico territorio della “Campania Felix” attraverso tre direttive: si lega alle politiche europee di integrazione (Europa 2020) e in un’Europa che stenta a dare una risposta ai temi dell’immigrazione mette al centro la persona in un percorso di life-long learning, esalta il territorio riportando la Campania Felix alla sua dimensione culturale».

Leit-motiv della settimana di gemellaggio sarà la conoscenza dei Riti tradizionali, quali la Processione del Venerdì Santo, tradizione molto sentita ad Acerra, la cui nascita si può, probabilmente, far risalire al periodo del vice-regno spagnolo in Italia meridionale. Ricchissimo il programma del gemellaggio: domenica 2 aprilre l’arrivo in città, con l’accoglienza presso le famiglie acerrane, da oggi, lunedì 3 aprile, visite guidate e momenti di scambio culturale sul territorio di Acerra, inoltre attività didattiche comuni, visite guidate in città e nel territorio regionale, alla scoperta delle bellezze storico, artistiche e archeologiche della Regione, ma anche visite di taglio scientifico con la visita alla mostra “Corporea” martedì prossimo appena inaugurata a Città della Scienza.

Il Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, nel dare il benvenuto agli studenti e agli insegnanti spagnoli questa mattina ha salutato i partecipanti all’iniziativa augurando buon lavoro a tutti: «Non è giusto dire a voi ragazzi che siete solo il futuro. Voi siete il presente, ed è nostro dovere sostenervi e accompagnarvi. L’Europa in questi mesi è come una barca in mezzo al mare in difficoltà, ma a salvare questa barca sarete sicuramente voi giovani. Camminando sul passato, attraverserete il presente e sognerete il futuro».

NESSUN COMMENTO

RISPONDI