Agguati d’onore sventati da nonna “eroina”: arresti nel Napoletano

Agguati d’onore sventati da nonna “eroina”: arresti nel Napoletano

SHARE
Carabinieri

I raid risalgono al mese di settembre. Oggi i militari hanno concluso le indagini con  il fermo di tre persone appartenenti al clan Ciccarelli.

Doveva essere un delitto d’onore ma venne sventato dall’intervento della madre della vittima designata, che si è frapposta tra i killer e suo figlio tenendo in braccio il nipote in fasce: l’episodio è avvenuto nel Rione Don Guanella di Napoli, lo scorso settembre. Nel raid sono rimasti feriti l’obiettivo del commando e sua madre. Illeso, per fortuna, il nipote della donna.
Il secondo tentativo di omicidio è invece scattato a Caivano (Napoli), per punire chi aveva ordinato l’agguato di Napoli senza l’autorizzazione del capoclan. Oggi i carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna (Napoli) hanno arrestato tre persone, ritenute legate al clan Ciccarelli – attivo a Caivano (Napoli) e nei comuni limitrofi – accusare dei tre tentati omicidi. Reati aggravati dalle finalità mafiose.
Agli indagati viene anche contestato il reato di detenzione e porto illegale di arma da guerra.

NESSUN COMMENTO

RISPONDI