Home Territorio Beni Culturali Arte e cultura a S. Maria del Pozzo per la presentazione del...

Arte e cultura a S. Maria del Pozzo per la presentazione del nuovo numero di Summae Civitas

212
0
CONDIVIDI

Cultura, arte, storia, gastronomia e folklore. Un mix perfetto per una splendida serata vissuta presso il complesso monumentale di Santa Maria Del Pozzo, sipario della presentazione del secondo numero della rivista culturale Summae Civitas.

Un incontro aperto al pubblico con diversi studiosi e artisti, presso uno dei più suggestivi monumenti dell’area vesuviana, il complesso conventuale della chiesa di Santa Maria del Pozzo, di recente restaurato, un capolavoro di architettura unico, tra i più belli del sud Italia.

A partire dalle ore 17 gli ospiti della serata hanno preso parte ad un ciclo di visite alla cripta sotterranea angioina, al pozzo romano e alla biblioteca storica restaurata. Una passeggiata attraverso i tesori nascosti riportati alla luce da un ciclo di restauro avvenuto tra il 2011 e il 2015 sotto la direzione dell’Ing. Marco Esposito. Un percorso guidato, grazie agli interventi del Direttore dei Beni Culturali Emanuele Coppola, il coordinatore scientifico della rivista Summae Civitas, Domenico Russo e di Franco Mosca, presidente della ProLoco di Somma Vesuviana, per ammirare un ciclo di affreschi risalenti a epoche differenti, gioielli artistici e culturali inestimabili: dagli abbaglianti affreschi bizantini a quelli di scuola giottesca.

Dopo un aperitivo nello splendido chiostro, tra i meravigliosi dipinti, gli ospiti sono stati allietati da un aperitivo a cura dall’Istituto Montessori, per poi visitare la suggestiva biblioteca di origine francescana che contiene testi plurisecolari.

 

A seguire la presentazione del numero speciale della rivista Summae Civitas dedicato al complesso di Santa Maria del Pozzo. Dopo l’Introduzione a cura di Emanuele Coppola, una serie di interventi culturali e istituzionali: dall’ Ing. Marco Esposito, progettista e direttore dei lavori dell’ intervento di restauro, fino alla chiusura da parte del Sindaco di Somma, Salvatore Di Sarno. Significativi anche gli altri interventi di Francesca Allocca, figlia dell’ Ex sindaco Raffaele, Ernesto Piccolo dirigente scolastico della scuola San Giovanni Bosco, il prof. Antonio De Simone,l’Ispettore Carlo Caracciolo, il consigliere regionale Carmine Mocerino, gli onorevoli Massimiliano Manfredi e Paolo Russo, , l’assessore alla cultura Giovanni Salierno,monsignor Mocerino e infine l’intervento del Coordinatore della rivista Dott. Mimmo Russo, che ha presentato il nuovo numero della rivista «Summae Civitas», i cui contributi hanno come focus le ricerche sul patrimonio artistico, storico e monumentale della città di Somma Vesuviana con una parte speciale dedicata proprio alla Chiesa di Santa Maria del Pozzo che mette in rilievo le straordinarie scoperte storiche emerse dal recente restauro e dai nuovi scavi archeologici.

Tra gli interventi emerge la necessaria esigenza di ” fare rete” per rilanciare, la cultura, l’arte, la storia e l’enogastronomia, non solo del territorio sommese ma dell’intero patrimonio vesuviano, al di la dei colori politici. Per dare continuitá agli interventi al complesso monumentale, da un recente studio di Emanuele Coppola in collaborazione con i tecnici Claudio Esposito e Giancarlo Gentile, é stata riproposta l’ipotesi di un concorso di Idee per la sistemazione dello spazio antistante alla chiesa di Santa Maria del Pozzo.

Al termine della serata degustazione del piatto tipico SummaTerra con una fagiolata nel museo contadino allietata da canti e balli con l’animazione del gruppo folk “A montagna e somma”, modo migliore per chiudere il primo appuntamento che prevede un nuovo evento dedicato ai giovani per lunedì 18 settembre con l’incontro con l’artista scultore pluripremiato Jacopo Cardillo, in arte JAGO , che, insieme ad altri artisti, con le sue opere metterà in rilievo il nesso tra la tutela del patrimonio culturale e la continuità artistica.