Home Territorio Brusciano, Festa dei Gigli 2017. Presentata la campagna di marketing Istituzionale

Brusciano, Festa dei Gigli 2017. Presentata la campagna di marketing Istituzionale

CONDIVIDI

Nella nuova campagna di marketing istituzionale il Sindaco Giosy Romano è testimonial in “social video online” e l’artista Filippo Di Pietrantonio è autore del manifesto ufficiale.

La campagna promozionale della Festa dei Gigli di Brusciano quest’anno vede un testimonial speciale lanciatosi efficacemente nella specifica mission di un nuovo marketing istituzionale. Si tratta del Sindaco di Brusciano, l’avvocato Giosy Romano, che dopo aver postato il video “ Il Nostro Orgoglio!” propone adesso “Una Festa Unica al Mondo”. L’azione “social” del Primo Cittadino che è volta alla riscoperta identitaria della Festa dei Gigli di Brusciano, dedicata a Sant’Antonio di Padova, sta segnando record di accessi sulla sua pagina facebook registrando decine di migliaia di visualizzazioni.
Nel nuovo video il Sindaco Giosy Romano fa una chiamata unitaria: “Sei di Brusciano se la Festa dei Gigli è quella dei Cinque Comitati”. Le voci dei rappresentanti delle associazioni giglistiche alacremente al lavoro in questo periodo di preparazione e della Festa dei Gigli, a questa sollecitazione aggiungono, accrescendo il sentimento di bruscianesità, il loro punto di vista: per la Croce “se valorizzi la Festa dei Gigli”; per l’Ortolano “se c’è serietà, arte, potenza e tecnica”; per la Gioventù “se alla tradizione unisci l’innovazione”; per il Passo Veloce “se la Festa unisce e non divide”; per il Giglio di Sant’Antonio “se onoriamo la Festa nel Segno di Sant’Antonio”.
All’indirizzo https://it-it.facebook.com/giosyromanosindaco2013/videos/1438693886249322/ , è possibile vedere completamente il video promozionale che si chiude sul manifesto ufficiale della Festa dei Gigli 2017 il quale, da solo, meriterebbe un “fermo immagine” per una prolungata contemplazione su simboli e valori della Festa dei Gigli di Brusciano.
L’opera d’arte degna di essere replicata in forma di poster, da conservare, una copia in ogni famiglia, è stata creata dall’esperto Filippo Di Pietrantonio il quale è stato incaricato dall’addetto stampa del Comune di Brusciano, Antonio Francesco Martignetti per volontà del Sindaco, Giosy Romano. La risposta è stata concretizzata in pochi giorni in un’opera che coglie in pieno i significati veicolati dal bruscianese evento festivo antoniano. E questo è merito di Filippo di Pietrantonio il quale intervistato dal sociologo e giornalista Antonio Castaldo, martedì 8 agosto, subito svela “l’iniziale sorpresa per l’invito ricevuto e la conseguente soddisfazione per l’onore avuto a poter rappresentare anni di emozioni, storia, cultura e religione della Festa dei Gigli e del Popolo di Brusciano nel manifesto ufficiale della 142esima Festa dei Gigli per Sant’Antonio di Padova”. Filippo Di Pietrantonio, nato a Brusciano 62 anni, diplomato all’Istituto d’Arte presso la Mostra d’Oltremare di Napoli, ferroviere di professione, è sposato con Rosa Ianuale. Loro sono felici genitori di due figlie e nonni di cinque nipoti.
Dall’età adolescenziale a quella matura, sempre al servizio della Festa dei Gigli, attraverso la partecipazione ai vari comitati, il figlio d’arte del papà Pasqualino, giovane attore nella Compagnia Teatrale di Ninuccio Tramontano, Filippo Di Pietrantonio costruisce una lunga e stimata carriera artistica. Da ragazzo, agli inizi degli anni ‘70 debutta con il “Giglio d’e’ Giuvinotte” capitanato da Antonio Guarino, “Tonino O’ Ciutulone”, cui segue la grandiosa esperienza fra gli eroici protagonisti della grande famiglia giglistica dei “Lavoratori” sotto la guida di Stefano De Falco, “Stefano O’ Pustino”. Negli anni collabora anche alle attività del “Giglio Gioventù” e del “Giglio di Sant’Antonio”. Dal 2009, Filippo Di Pietrantonio sta con il “Comitato Giglio della Croce”, in stretto contatto con Antonio Cerciello, “Tonino O’ Mericano”, per la consueta annuale megaproduzione di carri allegorici sempre ricchi di storia arte e cultura.
L’autore del manifesto del Comune di Brusciano intitolato “142^ Festa dei Gigli Brusciano 2017 in Onore di Sant’Antonio. Nel Segno della Solidarietà dal 23 al 29 Agosto” spiega i contenuti in esso rappresentati: “al centro c’è lo Stemma Comunale e da sfondo ci sono le sagome dell’antica Chiesa S. Maria delle Grazie e di Sant’Antonio a protezione di tutto e tutti. La spiga di granturco e la papaccella richiamano il lavoro della campagna, le nostre radici contadine con l’umile e potente Lilium Candidum antoniano. I chiodi che uniscono i legni dell’obelisco sotto i colpi di martelli espandono per le vie del paese il sonoro battito iniziale del ritmo vitale della Festa. Ci sono poi – prosegue l’appassionato Pietrantonio- gli spartiti musicali dai quali, come per magia, i segni grafici si vivacizzano in suoni melodiosi con i provetti musicisti. Le tre trombe, nel mio omaggio alla Trinità, rappresentano il richiamo della Festa dei Gigli che già il sabato sera, dopo le antecedenti sfilate dei carri, deliziano il popolo giubilante. I colori dell’arcobaleno racchiudono quelli di tutti i Gigli di Brusciano. Per me -conclude l’ispirato Di Pietrantonio- la Festa è come il Natale che prepariamo con il periodo dell’Avvento e viviamo con la Nascita del Signore. Auguri di Buona Festa a Tutta Brusciano”.
Per il sociologo Antonio Castaldo “Complessivamente trattasi di un riuscito esempio di valorizzazione del patrimonio storico e culturale della Festa dei Gigli di Brusciano e di rafforzamento, nei bruscianesi, del senso di prossimità alla vita delle istituzioni e di appartenenza alla comunità civica. Un percorso intrapreso nel 2015, con lo stesso Sindaco e l’Ente Festa presieduto dall’avvocato Giuseppe Montanile, per il 140esimo Anniversario della Festa dei Gigli di Brusciano”. Appuntamento dunque alla Festa dei Gigli di Brusciano dal 23 al 29 agosto prossimi. Domenica 27 Agosto la “Ballata dei Gigli” con gli obelischi di Croce Passo Veloce, Gioventù, Ortolano, Passo Veloce e Sant’Antonio Comitato Commercianti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here