Home Politica Economia e Lavoro “Carenza di personale, ospedale di Nola al collasso”

“Carenza di personale, ospedale di Nola al collasso”

104
0
CONDIVIDI

La segreteria territoriale Napoli 1 della Fsi (Federazione sindacati indipendenti) denuncia una insufficienza di personale all’ospedale di Nola e chiede alle autorità competenti di intervenire immediatamente per risolvere la problematica.

Il coordinatore aziendale Asl Napoli 3 Sud dell’organizzazione sindacale, Raffaele Salvatore Ambrosino, ha siglato la nota inviata ieri ai vertici dell’Asl Napoli 3 Sud, del presidio ospedaliero “Santa Maria della Pietà” di Nola, e della Regione Campania, alla prefettura di Napoli e agli organi di informazione. Nella lettera si parla di “indifferenza dell’Azienda per la notoria carenza di personale che si riverbera, con conseguenze di stress psico-fisico sui lavoratori del PS-OBI, ormai allo stremo delle forze”, nonostante le note precedentemente inviate e attesa “l’apertura dell’O.B.I. con 4 posti letto nel 2016, poi portati ufficiosamente a 6 nel corso del 2017 e considerato l’aumento esponenziale di lavoro”. L’Obi è l’unità dove i medici del pronto soccorsi inviano quei casi con malattie che non necessitano di un ricovero immediato, ma una terapia che richiede un’osservazione per alcune ore e, eventualmente, un approfondimento diagnostico. La Fsi, quindi, a fronte di tale situazione, “nel ribadire con forza l’assoluta e dirimente richiesta di personale (almeno 7 CPSI e 4 OSS per turno), chiede un intervento ad horas, al fine di garantire i LEA e la salute psico-fisica dei lavoratori, posto che in mancanza di riscontro, anche in questa occasione, si valuteranno tutte le possibili iniziative per risolvere definitivamente tale problematica”.