Home No me toques la pelota Con l’Atalanta tocca a Maggio: ci dobbiamo preoccupare?

Con l’Atalanta tocca a Maggio: ci dobbiamo preoccupare?

31
0
CONDIVIDI

Il Napoli vince col Verona ma la squalifica di Hysaj costringe a molti interrogativi

Cosa farà Christian Maggio domenica prossima contro l’Atalanta (squadra da Europa League, non lo dimentichiamo) ? Gli riusciranno le sgroppate sulla fascia, arriverà a fare qualche cross degno di questo nome, tornerà in difesa a coprire? Insomma, farà o no rimpiangere Hysaj? Sì perché il difensore albanese sabato sera contro il Verona è stato espulso, il Napoli ha vinto abbastanza agevolmente (3 a 1) ma ha un poco sofferto nel finale, finito in dieci uomini. È stata una vittoria netta, ma da archiviare in fretta. Così come bisogna archiviare il 2 a 0 contro il Nizza e concentrarsi sulla gara di ritorno di martedì.

I riflettori non vanno puntati sulle vittorie passate, ma sulle incognite future. Su una in particolare: il fedelissimo, professionale Christian Maggio. Fedelissimo, professionale ma non forte. Probabilmente il più scarso tra gli azzurri (Oddio, ci sarebbero i portieri). Pensiamoci, è lui l’unico reale punto interrogativo del Napoli edizione 2017 -2018. Blindati i titolari con contratti adeguati, rafforzata la fascia d’attacco con il giovane Ounas (a proposito, esordirà nel 2018, Sarri questo è e facciamocene una ragione), ribadita la fiducia al gruppone pronto a subentrare e a partecipare al turnover, resta una sola, vera incognita: nonno Maggio. Sarà capace di sostituire Hysaj ogni volta che ce ne sarà bisogno? Peserà la sua età, l’impressione di essere sempre poco adatto a difendere, la quasi cronica incapacità di fare cross? Quante domande. Per fortuna qualche risposta potrebbe arrivare già domenica: volendo, si potrebbe ancora riparare un eventuale guasto.