Home Comunicati Stampa Federazione Sindacati Indipendenti. Basta “Fake news”: rispetto per i lavoratori del Cardarelli

Federazione Sindacati Indipendenti. Basta “Fake news”: rispetto per i lavoratori del Cardarelli

27
0
CONDIVIDI

Da qualche mese è in atto una vera e propria “caccia al mostro” da sbattere in prima pagina e, purtroppo, dobbiamo registrare anche casi di “fake news”, come dimostra l’ultimo increscioso episodio accaduto ieri, con l’ennesima denuncia di una salma rimasta 3 ore in attesa e, invece, si è scoperto che non era assolutamente vero, come ha dimostrato la Direzione e, soprattutto, confermato anche dai NAS.

Non bastavano gli attacchi verbali e le vili aggressioni fisiche al personale (#IoSoonoAlessandro docet), ora anche “l’infamia” di sentirsi accusare ingiustamente e, purtroppo, non è la prima volta: questa è barbarie!

Il personale del Cardarelli, nonostante garantisca quotidianamente adeguata assistenza con elevatissima professionalità, pur essendo, da anni, sotto organico, è continuamente esposto alla “gogna mediatica” e non è accettabile che alcuni organi di informazione, senza verificare la notizia (1^ regola), pubblichino articoli che suscitano sentimenti di sgomento e indignazione nell’opinione pubblica: ora basta!

Siamo in pochi e solo grazie all’abnegazione e al senso del dovere che ciascun operatore del Cardarelli ha, si riescono a garantire i LEA, ma non ce la si può fare: servono assunzioni e al più presto!

Il Direttore Generale, Ing. Verdoliva, ce la sta mettendo tutta, ma dalla Regione deve arrivare un “imprimatur” forte, affinché si acceleri nelle procedure di reclutamento del personale a tempo indeterminato e non solo aumentare gli stipendi dei manager che, allo stato attuale, sembra un’ipocrisia (eufemismo).

Pertanto, la scrivente O.S., nello stigmatizzare questo “accanimento terapeutico” nei confronti dei lavoratori del Cardarelli, chiede un incontro ad horas con i vertici aziendali e regionali per discutere sulle modalità e i tempi di reclutamento di personale.