Home Cronaca Avvenimenti “Incontro tra valori”: al via la quarta edizione dell’evento-gourmet della Caritas diocesana...

“Incontro tra valori”: al via la quarta edizione dell’evento-gourmet della Caritas diocesana di Nola

577
0
CONDIVIDI

I mercoledì degustativi di luglio al Centro Elìm
di Somma Vesuviana rappresentano ormai un appuntamento fisso per tutti coloro
che hanno a cuore il sostegno alle opere segno della Caritas presenti sul territorio della Diocesi di Nola.

Prende il via oggi mercoledì 5 luglio la quarta edizione di “Incontro tra valori”, l’evento-gourmet che racchiude arte, cucina e solidarietà. La formula è sempre la stessa: nei quattro mercoledì di luglio, con un piccolo contributo si cena, si passa una serata in allegria e si sostiene una delle opere della Caritas: dormitorio, mense, docce, sostegno domiciliare, guardaroba, integrazione e i diversi progetti attivi.
In particolare, come noto, “Incontro tra valori” consente di far proseguire e potenziare l’opera-segno del dormitorio “don Tonino Bello” di San Giuseppe Vesuviano, risposta concreta della Chiesa e della Caritas diocesana all’emergenza abitativa. Gli ospiti del dormitorio sono in costante aumento: si tratta di stranieri e italiani, a volte di interi nuclei familiari rimasti senza un letto e un tetto sotto cui dormire. L’emergenza abitativa deve interpellare la nostra solidarietà ma deve anche interpellare la responsabilità delle istituzioni: “Incontro tra valori” promuove questo messaggio con particolare forza.
Quanto all’evento, quest’anno Caritas ha pensato di proporre quattro serate dedicate alla pizza. Con inizio alle ore 20.30, il 5 luglio ci sarà la pizza in pala Piennolo e San Marzano con il maestro Salvatore Kosta, il 12 luglio la pizza Marinara due pomodori con il maestro Vincenzo Esposito, il 19 luglio il panuozzo con il maestro Gennaro Catapano e per concludere, il 26 luglio, la pizza 4 pomodori con il maestro Ivan Di Leva con la Pizza 4 Pomodori.
Una carrellata di professionisti che, come gli altri che si sono avvicendati negli anni scorsi, hanno deciso dedicare il loro tempo, la loro arte e il loro nome a sostegno della raccolta fondi estiva della Caritas.