Home No me toques la pelota La mamma di Jorginho (e pure la sorella)

La mamma di Jorginho (e pure la sorella)

472
0
CONDIVIDI

Il Napoli si sbarazza del Benevento e Mertens mette le mamme in mezzo

Il Napoli che si libera facilmente del Benevento, battendolo 6 a 0, non fa notizia, né merita analisi: c’era rabbia e voglia di riscatto dopo il passo falso in Ucraina ma di fronte c’era pure una squadra francamente inferiore, che si appresta ad accomodarsi in serie B salvo miracoli. La verità è che la serie A dovrebbe essere ridotta almeno a 18 squadre, ma col calcio in mano alle tv chiedere una cosa del genere vuol dire fare la figura degli antiquati. Il gioco del pallone ha smesso di essere uno sport da tempo ed è diventato spettacolo artefatto e non è un caso che uno stratega del marketing (con tanto di certificazione Eac) sia considerato De Laurentiis, un alieno rispetto a questo mondo

Piuttosto, Mertens fa tre gol e porta il pallone a casa. Dybala pure. Sarebbe bello se questa ormai consolidata prassi venisse inserita in un discorso solidale. Che so: il pallone della tripletta messo all’asta per beneficenza, o roba del genere. Speriamo che qualcuno ci pensi.

Intanto, la tripletta di Mertens ci ha consentito di fare la conoscenza con la mamma e la sorella di Jorginho. Il campione belga ha infatti spiegato che contro il Verona ha lasciato tirare il rigore al collega brasiliano perché in tribuna c’erano la madre e la sorella. L’intercessione delle pie donne, insomma, ha favorito la rete del centrocampista con la faccia da bambino (e anche con un po’ con la faccia della figlia di Fantozzi, a dirla tutta). Ed è sempre un piacere leggere spigolature del genere dopo le partite, con i dilemmi ancestrali di alcuni cronisti (“Perché ha tirato lui? Perché non lo ha fatto tirare?”) che si risolvono mettendo le mamme in mezzo (e pure le sorelle).