Home La natura nel golfo Le 7 regole anti-influenza

Le 7 regole anti-influenza

278
0
CONDIVIDI

Freddo e malanni di stagione. Ecco come combatterli

 

L’autunno è appena iniziato e con l’arrivo dei primi freddi, spesso, arrivano anche i primi malanni di stagione. Complice il ritorno a lavoro o a scuola per i più giovani, il tempo trascorso al chiuso e in presenza di altre persone aumenta, e così anche il rischio di contagio. E così i virus parainfluenzali stanno già imperversando: in una settimana ben 80.000 italiani sono già stati colpiti da virus “cugini” dell’influenza stagionale con raffreddore, febbre e problemi intestinali.

Questi virus, 262 tipi, non prosperano con il freddo prolungato, a differenza di quelli influenzali, ma con gli sbalzi di temperatura, propri di questa stagione. Una “influenza anticipata” da non sottovalutare.

Ecco allora sette semplici azioni per ridurre il rischio di raffreddori, tosse, mal di gola e influenza.
Partiamo dalla top 3. La prima regola è dormire a sufficienza: almeno sette ore a notte per gli adulti, otto o nove per i più piccoli. La carenza di sonno, specialmente se cronica, porta con sé il serio abbassamento delle difese immunitarie.

La seconda regola anti-malanni è un classico: mangiare sano. Non saltare mai la colazione e fare tre pasti completi che comprendano sempre frutta e verdura di stagione (in particolare vitamina C), evitando bibite e cibi con troppo zucchero. Infine per “mangiar sano” bisogna assolutamente evitare di arrivare affamati al pasto, questo perché il corpo percepisce il digiuno come uno stress importante. Pertanto i brontolii del nostro stomaco non vanno sottovalutati.
Terza, ma non per importanza, è fondamentale: il lavaggio delle mani. È la prima buona pratica anti-contagio. Mai mangiare senza essersi lavati le mani, ma soprattutto mai toccarsi naso, occhi e bocca con le mani sporche. Stranutire o tossire coprendosi con la mano e lavarsi subito dopo. E qui – in questo semplice video – potreste persino scoprire che le mani, in realtà, non le avete mai lavate davvero!

Sempre valido anche il “consiglio della nonna”: non prendere freddo. Un corpo ben riscaldato e che trattiene il calore può prevenire il contagio di virus (ricordiamoci che il calore uccide batteri e virus, motivo per cui il nostro corpo reagisce con la febbre a un attacco di un agente patogeno). Quindi non girare sprovvisti di foulard e golfino in caso di temperature ballerine, e attenzione agli sbalzi di temperatura.

È importante poi anche l’attività fisica, basta anche una camminata tutti i giorni: l’esercizio riattiva la circolazione del sangue potenziando la funzione immunitaria.

Infine, dopo esserci occupati del fisico, non dobbiamo dimenticare la mente. La sesta e settima regola ci impongono di curarci del nostro benessere.

Innanzitutto va tenuto a bada lo stress che, attraverso gli ormoni che mette in circolo, indebolisce le difese del corpo. Quindi se la vita è troppo piena di impegni e frenetica, bisogna darsi un po’ di tempo per recuperare, onde evitare che lo stress vada fuori controllo. Settima e ultima regola, dobbiamo tenere alto lo spirito, ridere e frequentare persone piacevoli: la socialità infatti aumenta le difese immunitarie.