Pollena Trocchia, finale provinciale delle Olimpiadi di Matematica all’Istituto Donizetti

Pollena Trocchia, finale provinciale delle Olimpiadi di Matematica all’Istituto Donizetti

SHARE

No Banner to display

L’Istituto Comprensivo Gaetano Donizetti di Pollena Trocchia ospita per il secondo anno consecutivo le Finali provinciali di Area dei “Giochi matematici del Mediterraneo”.

Si è svolta nella mattinata di sabato 18 marzo, la finale provinciale dei giochi matematici del mediterraneo, che darà ai primi classificati la possibilità di accedere alla finale nazionale che si terrà a Palermo il 6 maggio. Istituite dall’Accademia Italiana per la Promozione della Matematica «Alfredo Guido», le “Olimpiadi di matematica”, patrocinate dall’Università degli Studi di Palermo, sono aperte agli alunni di 3° 4° e 5° classe di Scuola Primaria; di 1°, 2° e 3° classe della Scuola Secondaria di 1° grado; delle 1° e 2° classi della Scuola Secondaria di 2° grado. Volute fortemente dal fondatore e primo presidente dell’A.I.P.M. (Accademia Italiana per la Promozione della Matematica), nascono nel 2010 dalla collaborazione di un gruppo di appassionati docenti, motivati dall’amore per la disciplina e la sua promozione verso gli studenti. Uno spirito che dura ancora oggi e che ha portato i giochi da subito a livello nazionale.

A questa importante manifestazione, apre le porte l’Istituto Comprensivo Gaetano Donizetti di Pollena, che ospita le finali provinciali per il secondo anno consecutivo.

Presenti ad accogliere gli studenti, il dirigente scolastico Angela Rosauro, la coordinatrice professoressa Maria Luisa Fontanella, la vice preside Rosa Coppola, il responsabile del Plesso Scuola Media Viviani il professore Gennaro Acampora. I saluti d’apertura del sindaco Francesco Pinto non potevano mancare a sottolineare la vicinanza delle istituzioni al territorio e ai cittadini.

Dai 10 ai 20 quesiti, un tempo massimo che andava da 60 ai 120 minuti. «Le prove tutte di livello piuttosto alto, sono state affrontate con forte determinazione dai ragazzi. Certo un po’ di tensione, ma è normale che sia così» il commento di Autilia La Marca, una delle insegnanti presenti durante le prove. Presente alla premiazione svoltasi in una palestra gremita di facce entusiaste ed emozionate, anche l’assessore alla cultura del comune di Pollena, Margherita Romano: «E’ stato molto emozionante, una bellissima esperienza vedere tanti ragazzi provenienti da ogni provincia. –dice- Spero che certe manifestazioni si ripetano sempre più spesso, perché i ragazzi hanno bisogno di queste sane competizioni». E di sana competizione parla anche il dirigente scolastico Angela Rosauro: «Io ci credo in queste manifestazioni, perché riportano il principio sportivo, onesto di una gara, in altre discipline. E’ un momento gioioso che aiuta i ragazzi a mettersi in gioco, a misurarsi su un terreno di lealtà. Lo stesso formalismo della competizione, rende la giusta importanza a quello che è stato un momento di incontro e gioco, ma anche e soprattutto un momento in cui ci si è misurati, con le proprie capacità. La gara che è una misurazione delle competenze acquisite, che mette alla prova studenti e scuole, promuove quella che non può che fare bene e cioè la sana competizione che è un incentivo ad andare avanti, sempre».

Gli studenti sono stati premiati con attestati e medaglie: una menzione particolare per l’istituto napoletano “De Amicis”, tra i più premiati tra tutte le province partecipi. Per tutti i vincitori, l’accesso alla finale del 6 maggio in territorio siciliano.

 

NESSUN COMMENTO

RISPONDI