Pomigliano in festa, la città si prepara al ritorno di Lele Esposito

Pomigliano in festa, la città si prepara al ritorno di Lele Esposito

SHARE

No Banner to display

«Festeggeremo Lele Esposito». Ad annunciarlo l’assessore comunale Mattia De Cicco. Il vincitore della categoria Nuove Proposte della 67esima edizione del Festival di Sanremo è nato a Pollena Trocchia ma risiede da anni a Pomigliano d’Arco. Tutta la comunità da giorni lo acclama e ora attende con ansia il suo ritorno a casa.

«Per noi la sua vittoria è motivo di orgoglio, ha dato lustro alla nostra comunità – ha dichiarato l’assessore De Cicco – Da lunedì inizieremo a pensare cosa organizzare per accoglierlo al suo rientro. Io ho tifato per lui». Prima di calcare il palco dell’Ariston, Lele aveva conquistato la finale della scorsa edizione del talent show “Amici”. Poi è arrivata per lui l’esperienza sanremese, terminata ieri con il premio per il primo posto raggiunto nella competizione con i Giovani del festival più ambito della musica italiana . «Ho cominciato all’età di tre anni – ha raccontato – Mentre i miei amici giocavano a pallone, io suonavo 5 ore al pianoforte, e non mi pesava, lo facevo con piacere». Un tripudio di messaggi per il giovane artista: «Bravo», «Complimenti», tra i tanti quello di Patrizia, che ricorda: «Lele sei stato sempre grande, dai tempi dell’asilo. Suonavi la batteria. E tu, così piccolo ma già tanto bravo». «Un pomiglianese e miezz ‘a chiazz» hanno esclamato con orgoglio alcuni pomiglianesi. Un modo per esprimere la semplicità del giovane cantante e il suo confondersi tra la gente del posto, anche dopo la notorietà raggiunta grazie alla partecipazione a vari talent show. Nonostante gli impegni che nell’ultimo periodo lo hanno tenuto lontano, Lele non ha preso le distanze dalla sua città di residenza, dove spesso si è visto in giro, anche dopo il successo ottenuto ad Amici. A Lele sarà consegnato un riconoscimento ufficiale anche dal Comune Di Napoli, lo ha dichiarato il sindaco Luigi De Magistris: «Un trionfo della musica di Napoli ieri sera a Sanremo. Con Lele e Maldestro nelle nuove proposte la musica nata nei nostri quartieri ha sbaragliato anche nei premi della critica.  Sono orgoglioso dei nostri giovani, talenti musicali di casa nostra, sempre più musica ed arte nazionale ed internazionale. Bravi Lele e Maldestro. Aspetto entrambi a Palazzo san Giacomo per un riconoscimento ufficiale della città».

NESSUN COMMENTO

RISPONDI