San Vitaliano, picchia un compagno di allenamenti con una mazza, i carabinieri...

San Vitaliano, picchia un compagno di allenamenti con una mazza, i carabinieri gli trovano in auto anche un machete

SHARE

No Banner to display

 Una lite iniziata in chat, poi l’incontro e l’aggressione: la vittima salvata dall’arrivo dei militari.

Il litigio è cominciato in chat, come hanno poi accertato i militari. I protagonisti sono due compagni di allenamento, amici solo in apparenza, visto come è poi finita. Sebastiano D. R., 36 anni di Marigliano è l’aggressore, la vittima ne ha 26.  I due hanno iniziato una conversazione in chat e si sono dati appuntamento ma al momento dell’incontro il 36 enne si è presentato con una pesante mazza con la quale si è accanito pesantemente sull’amico provocandogli una ferita alla testa e diverse contusioni. A salvare il più giovane dei due soltanto l’arrivo dei carabinieri che sono riusciti a bloccare l’aggressore, constatando che in auto aveva anche un’altra arma: un machete.

Sebastiano D. R. sarà processato per direttissima, la vittima è stata medicata invece al pronto soccorso del Santa Maria della Pietà di Nola, per lui una prognosi di dieci giorni.

NESSUN COMMENTO

RISPONDI