Sant’Anastasia, incidente mortale su via Pomigliano: la vittima è l’imprenditore e poeta...

Sant’Anastasia, incidente mortale su via Pomigliano: la vittima è l’imprenditore e poeta Natale Porritiello

SHARE
Natale Porritiello

No Banner to display

Impatto mortale su via Pomigliano nel primo pomeriggio di oggi. La vittima è il noto imprenditore e poeta Natale Porritiello, 75 anni, travolto da una Mercedes Classe A alla cui guida c’era un avvocato della zona. Porritiello è stato trasportato d’urgenza, dopo i soccorsi immediati, all’ospedale San Giovanni Bosco ma è spirato poco dopo. Sulla dinamica dell’incidente mortale sono in corso le indagini dei carabinieri che hanno compiuto tutti i rilievi del caso e sentito il conducente della Mercedes per il quale finora non sono stati emessi provvedimenti restrittivi. I risultati delle indagini e la documentazione acquisita in ospedale dai carabinieri e al momento nelle mani del magistrato, diranno se dovrà essere eseguita l’autopsia e se possa configurarsi il reato di omicidio stradale. Porritiello era a piedi e a pochi metri dalla sua abitazione in via Pomigliano quando, per dinamiche ancora da accertare, è stato travolto con violenza dalla Mercedes. Un impatto talmente forte da sfondare il parabrezza dell’auto sul lato del guidatore.  Natale Porritiello era il fondatore della Porritiello Rame e Acciaio, azienda sita proprio in via Pomigliano. Era anche, fin da giovanissimo, un apprezzato poeta e aveva di recente fondato la «Casa della Poesia» a Sant’Agata dei Goti e stava, inoltre, perseguendo il progetto di un museo del rame a Sant’Anastasia.  Le poesie di Natale Porritiello – che cantavano quasi tutte l’amore – hanno ricevuto negli anni numerosi riconoscimenti, in Italia e all’estero, e sono tutte pubblicate nei numerosi libri – tradotti in inglese e in tedesco –  del prolifico autore, così come le canzoni in dialetto napoletano e in italiano.

Alla moglie Fortuna Abete, ai figli Luigi, Marianna e Sara, ai nipoti e parenti tutti, le condoglianze e l’affetto del direttore Carmela D’Avino e di tutta la redazione di ilmediano.it 

NESSUN COMMENTO

RISPONDI