Somma Vesuviana, «Borgo di idee»: domenica la festa di «Sant’Antuono»

Somma Vesuviana, «Borgo di idee»: domenica la festa di «Sant’Antuono»

SHARE

No Banner to display

Sant’Antonio Abate

Domenica 22 gennaio al Casamale si celebra Sant’Antonio Abate con la tradizionale processione degli animali che lo scorso anno riscosse notevole successo e che promette una decisa ventata di allegria e colore per il borgo. Martedì scorso, intanto (il giorno dell’onomastico del Santo), il parroco ha benedetto il cippo nel piazzale della Collegiata, incitando al dialogo con i giovani, alla difesa dell’ambiente e alla sinergia per migliorare insieme, tutti, la vivibilità del quartiere.

Torna al Casamale «’A festa ‘e Sant’Antuono», tra gli eventi più importanti nel panorama delle celebrazioni religiose e degli appuntamenti popolari in Campania. L’evento rientra nel programma «Un Borgo di Idee», interessante iniziativa promossa e organizzata dalle associazioni culturali, teatrali e musicali del rione Casamale. Un fitto calendario di appuntamenti e manifestazioni volte alla valorizzazione del quartiere medioevale, cuore di tutte le tradizioni popolari e i riti sacri della cittadina sommese. In attesa, gli «amici» del Casamale si riuniranno nello spazio dell’Associazione Il Torchio per i suggestivi e storici “Cunti” a cura della compagnia teatrale “Aspettando Michele”.  “I Cunti” e un buon bicchiere di vino per condividere obiettivi e progetti in nome del quartiere storico sommesse, sofferente per l’incuria e l’indifferenza delle istituzioni.  Gli amici del borgo, quelli che sono nati e cresciuti tra i vicoli, quelli che sono stati “adottati”, quelli che lo amano a prescindere, tutti quelli che da sempre, con discrezione e a fari spenti, si impegnano per migliorare storico quartiere con mezzi propri, si ritroveranno domenica pomeriggio, e sarà festa.

Il programma mirato a riportare a nuova vita il borgo vede la sinergia di dieci associazioni:  Aedi del Borgo, Arci, Amici del Casamale, Casa delle Lucerne, Festa delle Lucerne, Il Torchio, Jesce Sole, Musica e Cultura, Verso le terre di Spartaco, Viviamo il Borgo. Hanno approntato e condiviso le idee e i progetti per dare vita ad un calendario di eventi che si dipanerà per l’intero 2017. Dopo la festa di Sant’Antuono arriverà il Carnevale del borgo, poi Smart/Casamale e Chiamata alle Arti lungo i mesi di aprile e maggio; e ancora, a giugno, protagonista saranno le Crisommole; a luglio e agosto saranno di scena le Voci del Borgo e il Terra Murata Festival per giungere a settembre, con il Castello Incantato. Ad ottobre, novembre e dicembre, la festa della catalanesca (Spilammel stu vin), Vesuvia (tipicità e cultura del Vesuvio), per chiudere con il Presepe Vivente.

Tutte le iniziative sono elaborate sia come riproposizione di feste tradizionali legate al ciclo contadino sia come nuove proposte, ma sempre tenendo conto delle tradizioni, della storia, dei riti, dell’arte, delle tipicità artigianali e culinarie  che fanno  del Casamale un borgo antico suggestivo e  affascinante. Alla presentazione del calendario di eventi, c’erano – uniti e decisi – i presidenti di ciascuna associazione. Suggellando poi il «patto» per il borgo con un brindisi augurale. Ci uniamo al coro: che il Casamale possa rialzarsi e rifiorire. Come merita.

 

NESSUN COMMENTO

RISPONDI