Home Politica Somma Vesuviana, il consigliere Piscitelli (Allocca per Somma): «Occorre che il sindaco...

Somma Vesuviana, il consigliere Piscitelli (Allocca per Somma): «Occorre che il sindaco parli».

CONDIVIDI
Vincenzo Piscitelli

Il consigliere di opposizione ha pungolato più volte il primo cittadino, nel consiglio comunale di ieri – il secondo della sua gestione- per incitarlo non solo a relazionare sulla da poco lasciata alle spalle emergenza incendi, ma anche su quanto è accaduto poco prima della presentazione delle liste in città e che ha portato alla ribalta mediatica Somma Vesuviana tra esposti in prefettura e assenze eccellenti in campo.

 

Il consigliere Vincenzo Piscitelli ha fatto riferimento ad una interrogazione presentata poco prima dal collega di Forza Italia Antonio Granato, relativa all’emergenza incendi, per chiedere al sindaco Salvatore di Sarno di relazionare in merito. Senza successo, giacché in aula il primo cittadino non ha chiesto né preso la parola nemmeno una volta. «Più che una interrogazione dalla minoranza- ha detto Piscitelli- ci attendevamo una relazione da parte del sindaco».

Ma non è tutto, giacché alla seconda delle «provocazioni» del consigliere Piscitelli non ha replicato Di Sarno, bensì il consigliere Udc Luigi Molaro.

«Ancor prima della presentazione delle liste, ma anche in seguito, molte azioni intraprese da taluni hanno messo in discussione la legittimità stessa di queste elezioni. Mi pare si sia raggiunto un silente equilibrio, invece sarebbe il caso che – proprio perché lo stesso sindaco possa acquisire piena legittimità – dica finalmente qualcosa in merito». Si riferisce, Piscitelli, alle richieste avanzate dal Pd di bloccare il voto, alla riunione in Prefettura dove molti esponenti del gotha Pd hanno chiesto, senza risultato, di rinviare le elezioni. Ma anche alla ventilata inagibilità democratica sbandierata da molti dopo la consegna di una lettera al Prefetto da parte del consigliere regionale Carmine Mocerino, inerente presunti «inviti» da parte del comandante locale dell’Arma ad un suo candidato in pectore. «Il rinvio delle elezioni è stato fortunatamente scongiurato- ha proseguito Piscitelli rivolgendosi al sindaco Di Sarno- ma credo che lei in particolare debba dire la sua ai cittadini».

Luigi Molaro

«L’intervento di Piscitelli- ha commentato in merito Luigi Molaro dai banchi di maggioranza- è fuori luogo, almeno per quel che concerne la seconda parte: la legittimità di questa tornata elettorale è arrivata dal popolo e il voto va rispettato. Gli altri hanno solo discusso, noi ci abbiamo messo la faccia».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here