Home Politica Somma Vesuviana, in scadenza il contratto GESET, l’opposizione chiede chiarezza

Somma Vesuviana, in scadenza il contratto GESET, l’opposizione chiede chiarezza

CONDIVIDI

Il sindaco Pasquale Piccolo: «Il contratto scade a gennaio, ci sarà nuovo bando con procedura aperta».

Il 13 settembre scorso la Geset, concessionaria per il servizio di accertamento, riscossione e liquidazione per il Comune di Somma Vesuviana, ha fatto sapere (con nota protocollata) che avrebbe avviato – nei successivi dieci giorni – l’avvio delle attività finalizzate alla chiusura e alla graduale cessazione dei rapporti con il personale addetto in via esclusiva alle pratiche per l’Ente.

Una circostanza che apre scenari nuovi (la Geset si occupa del servizio dal 2007) e che ha spinto i consiglieri di minoranza Vittorio De Filippo, Antonio Granato, Giuseppe Cimmino, Giuseppe Auriemma, Antonio Mocerino, Salvatore Granato e Salvatore Di Sarno a presentare un’interrogazione indirizzata al sindaco Piccolo, all’assessore competente Mariano Allocca, al presidente del consiglio comunale Pasquale Di Mauro e, per conoscenza, al segretario generale Annalisa Raimo. Oltre alla risposta scritta, i consiglieri hanno richiesto l’accesso agli atti.

Le domande poste dall’opposizione sono semplici: sapere se il Comune ha dato riscontro alla nota protocollata dalla Geset, quali disposizioni sono state messe in atto in relazione alla imminente scadenza di contratto, se gli uffici competenti abbiano provveduto agli atti necessari per una nuova gara ad evidenza pubblica e, soprattutto, quali siano le volontà amministrative riguardo i servizi di accertamento, liquidazione e riscossione volontaria e coattiva di Tosap, Ici, Tarsu, pubbliche affissioni e così via.

«Non c’è alcuna polemica da fare, né intenzioni celate da scoprire – dice il sindaco Pasquale Piccolo – il contratto scadrà a gennaio 2017 e per allora sarà pronto un nuovo bando a procedura aperta».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here