Home Cronaca Attualità Somma Vesuviana, un weekend per valorizzare la Catalanesca, il Borgo e...

Somma Vesuviana, un weekend per valorizzare la Catalanesca, il Borgo e i prodotti tipici

1180
0
CONDIVIDI

Un weekend (sabato 25 e domenica 26 novembre) all’insegna delle tradizioni e della valorizzazione dei prodotti tipici, in primis la Catalanesca IGP del Monte Somma, le prospettive, le sfide dello sviluppo sostenibile.

Si comincia sabato 25 novembre, nella sala convegni del Convento dei Padri Trinitari di via Ferrante d’Aragona. Alle 10 i partecipanti potranno registrarsi e poco dopo si darà il via alla giornata – evento con i saluti istituzionali: il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno, il presidente della Pro Loco Franco Mosca e i relatori nel convegno che sarà moderato dal giornalista Luciano Pignataro, ossia Agostino Casillo (presidente del Parco Nazionale del Vesuvio, Antonio De Simone (archeologo e docente al Suor Orsola Benincasa, Francesco Alfieri (consigliere Regione Campania per Agricoltura, foreste, caccia, pesca), Ciro Giordano (Cantine Olivella, azienda con sede a Sant’Anastasia), Luigi Moio (ordinario di enologia alla Federico II di Napoli), Nicola Matarazzo (direttore consorzio tutela vini Vesuvio) e Stefano Prisco, presidente Strada del vino e dei prodotti tipici vesuviani. Alle 12 il vernissage «Artevino Veritas» a cura di Iole Secondulfo, Antonio Di Sarno, Luisa Alaia, Claudio Scarano. Alle 19 di sabato l’evento si sposterà poi nei portoni del centro storico di Somma Vesuviana, il Borgo Casamale, precisamente in via Castello, per il «percorso del gusto» a cura dell’AIS Comuni Vesuviani. Nei portoni del quartiere antico ci saranno i produttori della Catalanesca del Monte Somma: Azienda Agricola Monte Somma Vesuvio (Pollena Trocchia), Cantine Olivella (Sant’Anastasia), La Cantina del Vulcano (Somma Vesuviana), Poggio Ridente (San Sebastiano al Vesuvio), Romano Michele (Ottaviano), Tenuta Augustea (Somma Vesuviana), Sorrentino Vini (Boscotrecase). Tutti faranno degustare i loro vini accanto alle pietanze, specialità a base di baccalà: finger food preparati dai ristoratori di Baccalà Food Experience, con la collaborazione dell’Istituto Montessori di Somma Vesuviana.

Alle 19, 30, il «salotto culturale» a cura di Amici del Buon Vivere: si potrà assaporare l’abbinamento vincente tra la grappa di Catalanesca della distilleria G.Amato, i cioccolatini ripieni di Catalanesca (di Umberto Pignatiello, Theobroma- Sant’Anastasia) e il sigaro Toscano. Alle 20, Vino e Vinile: abbinamento musicale tra vino e melodia, dal punto di vista delle giovani generazioni (evento presso Giardino Arci, via Campane 2) a cura della associazione Fontana Chiara.

L’evento proseguirà domenica 26 novembre, sempre al Borgo Casamale, per l’intera giornata. Si comincerà alle 9 con «Le Terre della Catalanesca», passeggiata tra i vigneti del Monte Somma a cura dell’associazione Somma Trakking (appuntamento in piazzetta Collegiata). Alle 10, 30 il convegno «Una rete di imprese per trasformare e promuovere i prodotti del nostro territorio», un incontro con tecnici, esperti del settore agroalimentare, agricoltori, piccole  e medie imprese vitivinicole ed enogastronomiche di Somma Vesuviana. Interverranno il sindaco Di Sarno, l’assessore Giuseppe Castiello (attività produttive), l’agronomo Tommaso Sodano, esponenti di Legambienti e referenti della Regione Campania. (Le aziende partecipanti: Associazione Le Terre di Spartaco – Az. Agricola Terra viva del Vesuvio – Az. Agricola V. De Simone – Fondazione, Az. Agricola F. Mosca – Az Agricola F. Perna – Az  Profumi e Sapori del  Parco,    Az. Agricola Luigi e Salvatore Raia –   G. Molaro – RI.CA. Srl – C. Caliendo La Lanterna, C. Molaro  Tenuta San Sossio – G. Mastropasqua   Ost. Summa Terra –  Ass.e Baccalà Food Experience, enoteca vesuviana arci – via f. d’aragona 33).

Alle 15, prevista una visita guidata alle cantine storiche e gli scavi archeologici della Villa Augustea, a cura della Pro Loco di Somma Vesuviana. Alle 17, 30, invece, confronto e degustazione del vino Catalanesca a cura dell’Enoteca Vesuviana: «Il Vino Catalanesca nel panorama popolare».

Alle 19, la proclamazione dei vincitori del premio «La vigna nel piatto 2017», concorso di cui sarà stato reso noto il regolamento nei giorni precedenti. E poco più tardi tornerà il percorso del gusto tra i portoni del borgo, con le degustazioni di Catalanesca abbinata alle specialità a base di baccalà. Anche Vino e Vinile (musica, giovani e vino) tornerà alle 20.

Intanto il borgo si vestirà a festa con  storytelling teatrale, musica, arte, canti e danze popolari, nella cornice del Casamale,  con musica e scene teatrali a cura dell’associazione IL Torchio, Aspettando Michele e I Burloni. Nella corte del castello D’Alagno, artigiani locali mostreranno le loro creazioni. Nei portoni esporranno: Antonio Cibotta  WORD PRESS PHOTO2017 e Rosario Serra.

La due giorni di eventi si deve al lavoro di: UN BORGO DI IDEE.- Aedi del Borgo  Amici del Casamale – Amici del Buon Vivere   Arci Somma  –– Ass.ne Festa delle Lucerne -Fontanachiara –  Legambiente Somma Vesuviana –  Ass. Il Torchio – Mediterraneo Sociale – Pro loco Somma Vesuviana –  Somma Trekking, con i patrocini del Comune di Somma Vesuviana, Parco Vesuvio e Comuni che rientrano nel disciplinare della Catalanesca.