Home Cronaca Un “imprevisto”nei lavori e a Pomigliano si spacca l’acquedotto: 80mila senz’acqua

Un “imprevisto”nei lavori e a Pomigliano si spacca l’acquedotto: 80mila senz’acqua

3433
0
CONDIVIDI

 

La ditta incaricata dalla Regione Campania doveva solo effettuare dei normali lavori di manutenzione dell’acquedotto regionale che si trova all’altezza di via dei Romani, a Pomigliano. E invece ciò che doveva essere una banale operazione di routine si è trasformata nell’ennesima Waterloo della fornitura idrica in un territorio vasto, popolato da oltre 80mila persone. La condotta infatti si è spezzata, poco prima delle 12 di ieri. E’ sgorgata una valanga d’acqua, che ha allagato terreni e minacciato le case circostanti. Tanta gente, a Pomigliano, Marigliano e Castello di Cisterna è rimasta priva del prezioso liquido almeno fino a stamattina alle 9, così come già annunciato dalla Gori nella tarda serata di ieri. A Pomigliano si sono registrati abbassamenti di pressione in tutto il territorio comunale. L’acqua invece è mancata del tutto in molte strade, tra le più popolate e importanti della città: via Aurora, via Gorizia, via Trento, piazza Municipio, via Vittorio Emanuele, via Carmine Guadagni, piazza Primavera, via Passariello, via Gandhi, via Miccoli, via Mazzini, via Francesco Caiazzo, Via Ercole Cantone, via Torino, via dei Romani, viale Impero, via Roma, via Alba, via Udine, via Trieste, via Carso, via Pascoli, via Mauro Leone e relative traverse. Drammatica la situazione anche nell’attigua cittadina di Castello di Cisterna, dove l’erogazione dell’acqua doveva già essere sospesa dalle 12 alle 17 per lavori programmati nelle scorse settimane e dove però la popolazione è stata costretta anche qui ad attendere il ripristino del servizio almeno fino a notte fonda a causa della rottura avvenuta a Pomigliano. Rottura che ha messo in ginocchio pure la più distante, ma comunque vicina, Marigliano, centro ubicato a otto chilometri dal luogo in cui si è consumato il pesante guasto. Qui l’acqua è mancata del tutto in via Vittorio Veneto, via Somma, via Miuli, viale Vesuvio, via Masseria Mascia, Via Masseria Intrucchio e in via Giorgio Amendola. Su tutto il restante territorio di Marigliano si sono invece avuti forti abbassamenti di pressione. Scarsi infine i rimedi messi in campo per l’emergenza.