Uno psicologo per combattere lo stress post-expo

Uno psicologo per combattere lo stress post-expo

SHARE
Albero della vita

“Expo è stato come un grande fratello e tornare alla vita normale potrebbe non essere facile”: parola di Eugenio Carducci che per l’occasione ha chiesto l’intervento di uno psicologo del lavoro

Sabato 31 Ottobre si è concluso l’evento del 2015, Expo. Sono stati sei mesi di intensi: innumerevole la forza lavoro impiegata per mettere in scena lo spettacolo dell’anno; numeri esorbitanti se si considerano le persone che si sono mobilitate da tutto il mondo per raggiungere il capoluogo lombardo; interminabili ore di fila per visitare i padiglioni. Insomma Expo è stato un evento unico soprattutto per noi italiani poichè per circa sei mesi e è stata Milano la culla di questa grandiosa iniziativa.

Adesso che è calato il sipario, per tutti coloro che hanno vissuto in quella realtà parallela per più di sei mesi, tornare alla vita normale non sarà facilissimo. Ecco allora che si è chiesto l’intervento di un esperto, uno psicologo del lavoro. L’idea è stata avanzata da Eugenio Guarducci, presidente di Eurochocolat. “Per chi ha vissuto questa esperienza intensa e totalizzante, questa dimensione di vita anomala, quasi irreale e assolutamente distante dalla normalità delle proprie specifiche vite” -ha affermato Guarducci- “le difficoltà sono dietro l’angolo e riprendere la vita reale e le passate abitudini potrebbe non essere così facile e scontato”. Effettivamente chi ha vissuto per sei mesi in una realtà parallela, quale quella di Expo, in cui hanno transitato milioni di persone appartenenti a culture ed etnie differenti, adesso, a manifestazione conclusa deve fare i conti con la vita di tutti i giorni e il ritorno non sarà del tutto semplice.

Lo psicologo e psicoterapeuta scelto per tale iniziativa è stato Pietro Bussotti. L’evento si svolgerà in tre giorni: Bussotti ascolterà gruppi di persone per le prime due giornate, rendendosi disponibile a colloqui individuali il 3^ giorno e ad eventuali ulteriori approfondimenti successivamente. L’iniziativa ha ricevuto il plauso non soltanto dei lavoratori di Eurocholat a cui l’iniziativa si rivolge in prima persona, ma anche dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia perchè ha messo  in primo piano il benessere psicofisico dei lavoratori e si è configurata come un’iniziativa molto all’avanguardia.

NESSUN COMMENTO

RISPONDI