Volla. Lavori di riqualificazione in Via Palazziello

Volla. Lavori di riqualificazione in Via Palazziello

SHARE

Sono partiti, finalmente, i lavori di manutenzione­ straordinaria per la­ messa in sicurezza d­ella Strada Provinciale “Via Palazziello”.

 

La parte periferica di Volla precisamente quella ad est-nord est viene attraversata dalla Strada Provinciale Via Palazziello. Una lunga arteria che logisticamente consente il raggiungimento da Napoli a Casalnuovo e viceversa. Negli anni ‘80 era una zona riservata all’agricoltura, e preservata dalla cementificazione. Poi successivamente l’arrivo  del C.A.A.N. (Centro Agro Alimentare di Napoli), l’ha resa trafficata a tal punto da necessitare di adeguate misure di sicurezza. In effetti queste ultime erano previste e mancate già dai tempi degli accordi di programma intercorsi per la realizzazione del C.A.A.N.. Accordi e/o patti tra le forze politiche di quei tempi, che sembrano abbiano fallito.  Non era difficile immaginare che dopo la realizzazione del centro alimentare, via Palazziello sarebbe diventata una specie di pista di velocità per auto e camion, e che considerando l’impraticabilità dei marciapiedi,  il pericolo sarebbe diventato alquanto notevole per gli abitanti di quella zona. Senza trascurare il fatto che a tutt’ora è priva di illuminazione e di sistemi per la raccolta delle acque. Il disagio e l’evidente esposizione a pericoli vari,  hanno inevitabilmente “obbligato” i cittadini a costituire da diversi anni, un comitato con il quale reclamavano con insistenza, a giusta ragione, i loro diritti.

A settembre del 2014 anche il Movimento 5 Stelle locale si è occupato della questione, con un sit-in sul posto. Nell’occasione i penta stellati organizzarono una petizione per denunciare i disagi dei residenti  e sensibilizzare le istituzioni. La raccolta firme a gennaio del 2015, fu consegnata alle istituzioni locali  e provinciali.

Quindi, una battaglia che dura da anni da parte dei cittadini della zona, e un lavoro di impegno continuativo che persiste da diverso tempo anche da parte delle amministrazioni  locali e provinciali.

Già l’amministrazione Guadagno, poco dopo il suo insediamento si impegnò per avviare i procedimenti burocratici necessari affinché quella parte periferica di Volla, esposta a pericoli e disagi, venisse riqualificata. Il progetto definitivo fu approvato l’08/11/2013 con una delibera di Giunta Provinciale esecutiva, che fu seguita subito dalla determina dirigenziale il giorno 11/12/2013. L’ultimo giorno dell’anno 2013 fu istituito e approvato il bando di gara, che si concluse il 25/02/2014. Il 2 febbraio 2015 giunse al comune di Volla, dalla “Città Metropolitana di Napoli” la determina di affidamento dei lavori di messa in sicurezza di via Palazziello.

Tempi tecnici permettendo la giunta Guadagno avrebbe meritatamente portato a casa un soddisfacente obbiettivo. La storia invece ha segnato un altro percorso. A distanza di un mese, e cioè il 3 marzo del 2015 l’opposizione di Guadagno si allargò, rendendo inconsistente la sua maggioranza. Ci furono i numeri utili per far si che il sindaco Guadagno tornasse a casa.  Il comune venne commissariato, fino a nuove elezioni, e ovviamente questa e tante altre problematiche non furono più affrontate.

Eppure la strada Provinciale di Via Palazziello e i suoi abitanti avevano finalmente nel cassetto, la tanto attesa determina che avrebbe portato viabilità, illuminazione e di conseguenza la normale sicurezza.

Il 28 giugno del 2016 si insediò il nuovo sindaco Andrea Viscovo e la sua giunta. Nel consiglio comunale del 25 luglio 2016, l’argomento della messa in sicurezza di questa periferia abbandonata venne portato all’attenzione del nuovo sindaco dal consigliere di opposizione Domenico Viola, unico esponente del Partito Democratico. In quell’occasione per la gioia di tutti i presenti Viscovo comunicò l’interessamento alla problematica, annunciando un incontro, tenutosi poi nel successivo mese di novembre, con i referenti della città Metropolitana. Mai dire mai.

Finalmente in questo mese di febbraio i lavori di messa in sicurezza della strada hanno avuto inizio. Inutile  gridare al miracolo o ai poteri magici, le forze politiche che se ne sono curate e soprattutto i cittadini reduci da tante manifestazioni di disagio, sanno bene che dietro alla questione ci sono tanti e tanti processi fatti con impegno. “C’est la vie en politique”, ognuno eredita il buono e il cattivo degli altri. Per giungere a questo “ordinario successo” la strada provinciale  e i cittadini di Via Palazziello hanno necessitato della politica di ieri, di oggi e speriamo non anche quella di domani, visto i numeri risicati dell’attuale amministrazione. La fortuna per i cittadini è quando le problematiche prima o poi vengono risolte onestamente, non importa da chi e/o come. Non regaliamogli la normalità, è un loro essenziale diritto.

NESSUN COMMENTO