Home Politica Volla. L’ex consigliere del Movimento 5 Stelle Sergio Vaccaro e gli attivisti...

Volla. L’ex consigliere del Movimento 5 Stelle Sergio Vaccaro e gli attivisti del Meet – Up amci di Beppe Grillo di Volla hanno incontrato il commissario prefettizio Anna Nigro

387
0
CONDIVIDI

Giovedì7 settembre 2017 nell’ufficio del sindaco di Volla, il movimento 5 stelle di Volla ha incontrato il commissario prefettizio per segnalare e denunciare le criticità e le battaglie che da anni sta combattendo sul territorio.

Nel lavoro, nella vita sociale, nelle relazioni, in politica e in qualsiasi altro campo, settembre va affrontato con ottimismo e determinazione, ingredienti principali di cui si sono armati l’ex consigliere del Movimento 5 Stelle Sergio Vaccaro e gli attivisti del Meet – Up amici di Beppe Grillo nell’incontro che si è svolto alle 10, 30 di giovedì 7 settembre, con il commissario prefettizio del comune di Volla, Dott.essa Anna Nigro.
I Pentastellati sono usciti dalla casa comunale soddisfatti dell’incontro “costruttivo e positivo con colei che da maggio dirige e cura la macchina amministrativa del comune di Volla” .
L’incontro era stato programmato da fine luglio, quando la trasmissione dei dati Arpac (Agenzia Nazionale per la protezione Ambientale in Campania) indicava un notevole sforamento delle colonnine che rilevano la qualità dell’aria del territorio. L’ambiente in tutte le sue sfaccettature è una delle 5 stelle del Movimento, ossia uno dei punti del programma, che contribuiscono alla storia del movimento. La sensibilizzazione all’argomento qualità dell’aria, arriva da un lavoro prezioso e costante fatto in Regione Campania dalla Portavoce del Movimento Mari Muscarà. Di conseguenza il diretto contatto con gli attivisti del territorio ha consentito tempestivamente di farlo giungere all’attenzione delle istituzioni comunali e della cittadinanza. La dott.ssa Nigro ha accettato con interesse sia la documentazione dei dati Arpac, sia la proposta del movimento locale di verificarne l’emergenza, ed ha preso in considerazione la richiesta per l’istallazione di rilevatori mobili sul territorio di Volla.
La dott. essa Nigro ha mostrato interesse per alcuni argomenti che da quando si è insediata non ha ancora affrontato, e allo stesso modo ha sottolineato quelli di cui si è già occupata.
Gli argomenti trattati sono stati: L’inadempienza delle proposte migliorative nell’Appalto del Verde Pubblico. La verifica dell’aggiornamento del Registro delle aree interessate da abbandono e rogo di rifiuti (Legge Regionale n°20/2013 art.3). L’Inadempienza della pulizia ordinaria delle caditoie, un intervento necessario a limitare i danni degli allagamenti, in caso di lunghi temporali, e la fuoriuscita delle blatte. La Denuncia di una incongruenza tra i dati del registro animali del comune che conta 32 cani, a fronte dei 7 cani registrati sul sito del canile di Nola dove albergano i cuccioli del paese oramai da diversi anni.
Sull’annullamento della gara della mensa scolastica il commissario ha confermato insieme al funzionario D. Cutolo “errori di forma” nel bando. Inoltre, ha anche precisato la sua chiara volontà di indicare il termine dell’appalto in tre anni e non 7, come indirizzato dall’uscente amministrazione di Andrea Viscovo.
Sulla recente questione dell’appalto delle lampade votive del cimitero, il commissario ha mostrato contrarietà sulla riscossione dell’intero anno di fornitura da parte dell’azienda uscente.
Vaccaro e i suoi hanno segnalato che in alcuni uffici i tempi di risposta per l’accesso agli atti non sono tempestivi, o non sono stati evasi (documentazione inerente al cimitero e specifica degli oneri di urbanizzazione incassati dal comune negli ultimi anni).
Sulle due varianti al piano urbanistico fatte nella breve consiliatura del sindaco Viscovo, la dott.essa Nigro ha confermato la sospensiva della delibera del permesso di costruire in deroga approvata dalla maggioranza nel consiglio comunale del 30 gennaio 2017. Delibera che vedeva uno “scambio” di aree e di indici di urbanistici tra il comune di Volla e un imprenditore locale, da li la realizzazione di uno spazio adibito a “piazza”.
L’altra variante, approvata il 6 settembre 2016, che vedeva la trasformazione di un’area agricola – commerciale a industriale con la motivazione di “interesse pubblico e crescita economica” prevedeva dei ristori per il paese che non sono stati più realizzati (allargamento di via Filichito, video sorveglianza su via De Carolis, aree destinate al verde pubblico e ai parcheggi) se si esclude la monetizzazione di alcuni di essi. Riguardo ai regolamenti del comune Vaccaro e i suoi hanno tenuto a denunciare la mancata rappresentatività disposta nel regolamento delle commissioni permanenti, motivo che vide l’ex consigliere auto espellersi dalle commissioni permanenti nell’ultimo periodo della sua consiliatura. Sulla questione strisce blu il M5S ha suggerito un referendum comunale, ma quest’ultimo punto è stato già affrontato dal commissario insieme ai rappresentanti di categoria, per cui sembrerebbe che la dott.essa Nigro fosse soddisfatta delle tariffe minime e della nuova mappatura.
La lunga lista di segnalazioni dei grillini è stata accompagnata dalla documentazione necessaria per ogni argomento. Cordialità fino alla fine dell’incontro, arricchito da un pizzico di schiettezza da entrambi le parti. “Un paese dove tutto è sotto il tappeto” le conclusioni percepite.
E, mentre la città di Volla vive l’emergenza delle polveri sottili nell’aria, è simbolico il ruolo di un commissario che smuove tutti i tappeti stesi bene sui pavimenti dei parlamentini locali.